Come farsi notare dagli head hunter: 5 consigli da seguire

di Rocco Cutrupi Febbraio 11, 2024
Head_Hunter

Uno dei principali canali di ricerca lavoro è di certo rappresentato dagli head hunter. A differenza del recruiter, questo professionista non fa screening ma recluta da tutto il “mercato dei talenti” senza ricevere candidature, svolgendo invece l’attività di ricerca in modo proattivo. Ma come riuscire a farsi notare? Ecco 5 consigli da prendere in considerazione

Farsi trovare e risultare appetibile agli occhi degli head hunter significa incrementare le probabilità di ricevere delle offerte e sviluppare ulteriormente la propria carriera professionale.  Il ruolo degli head hunter è quello di identificare i migliori professionisti con un particolare livello di seniority, di entrare in contatto con loro, di scoprirne i punti forti e le skills, in modo da poterli poi presentare alle aziende committenti. Il loro obiettivo è quello di fare lo scouting di professionisti altamente qualificati, spesso già impiegati in altre aziende.

Farsi notare può diventare così fondamentale se si vuole migliorare la propria posizione lavorativa. Ma entrare nelle grazie delle agenzie di head hunting non è così semplice e scontato. È necessario diventare più visibili in mezzo a tutti gli altri facendo si che il proprio profilo venga fuori nelle ricerche in linea. Vediamo come riuscirci attraverso alcuni semplici consigli da mettere in pratica.

Aumenta la tua visibilità

Arriva un momento nella carriera di molti professionisti in cui stringere una relazione con un head hunter per migliorare la propria posizione professionale diventa fondamentale per fare quel passo in più che manca. Per attirare la loro attenzione uno dei metodi efficaci è sicuramente quello di emergere attivamente, all’interno del proprio settore lavorativo. Coltivare il network professionale, parlare sul web o in occasione di eventi e conferenze, pubblicare articoli o essere citati in pubblicazioni pertinenti aumenterà notevolmente la tua visibilità.

Comunica successi ed esperienze

 

head hunter

Potrebbe sembrare scontato ma più si ha successo in ambito professionale, più cresce la probabilità che si venga contattati da un head hunter. Questo perché le persone che si distinguono sono naturalmente identificate come leader del settore di riferimento. Ma vedere se stessi come persone di successo, purtroppo non è abbastanza. Ciò che conta è l’idea che gli altri hanno di te.

Cerca sempre di rimanere in contatto con i colleghi di talento e le figure di riferimento all’interno del tuo settore. Un feedback positivo, per esempio, sul tuo profilo LinkedIn è un surplus che ti legittimerà ancora di più agli occhi degli head hunter.

La maggior parte degli head hunter cercano professionisti con esperienze specifiche. Quindi mira sempre a valorizzare debitamente sui tuoi strumenti di candidatura gli achivement di carriera, ovvero progetti e risultati raggiunti, esempi concreti dei tuoi successi professionali.

Cura profilo LinkedIn e keyword

Gli head hunter si distinguono dai classici recruiter per il metodo usato per identificare i candidati, questa ricerca si configura per l’appunto come una caccia diretta basata sulle caratteristiche dei professionisti. Oggigiorno, naturalmente, gli head hunter usano soprattutto il web per scovare i migliori professionisti da proporre alle aziende clienti.

Tra i canali social più efficaci, spicca LinkedIn. Viene da se che la cura del proprio profilo risulta importantissima per riuscire ad attirare l’attenzione. Il tuo nome verrà fuori nelle ricerche di tuo interesse soltanto se al suo interno saranno presenti job title e skills effettivamente indicizzati a sistema.

Di certo, per essere notato un profilo LinkedIn deve risultare anche completo, aggiornato e in grado di fare il tuo migliore storytelling professionale. È necessario avere un’eccellente presentazione, breve ma brillante. Riportare in modo semplice ed esaustivo tutte le esperienze professionali e le proprie competenze, avere una foto profilo il più professionale possibile e, in ultimo, ma sicuramente non per grado di importanza, mantenere il profilo sempre attivo.

Crea un rapporto bidirezionale

Nel momento in cui si entra in contatto con un head hunter è importante cercare di creare un rapporto tra voi che sia il più possibile vero e bidirezionale. Questo perché, i rapporti professionali più forti e duraturi sono spesso quelli che sono vantaggiosi per entrambe le parti.

Quindi chi viene contattato ha magari il desiderio di cambiare lavoro e il cacciatore di teste, a sua volta, ha bisogno di informazioni di valore, di altri contatti e perché no, a volte anche di pareri professionali.

Se si desidera creare una effettiva partnership a lungo termine, l’approccio bidirezionale sarà di certo il più appropriato. Dunque adottate questo tipo di strategia a lungo termine per costruire relazioni forti e reciprocamente vantaggiose. Cerca di essere sincero nel comunicare competenze, obiettivi di carriera, retribuzione attuale e desiderata. La trasparenza comunicativa ti consentirà di essere preso in considerazione soltanto per ruoli e aziende effettivamente in linea con i tuoi interessi, attuali e futuri.

Il consiglio in più

Infine, anche se potrebbe risultarti scontato, c’è un consiglio da tenere sempre a mente se si desidera emergere come leader di settore. Parliamo di lavorare bene. Non esiste infatti migliore modo di entrare nel radar di un head hunter se non quello di impressionare in modo positivo i propri colleghi, dipendenti, clienti e perfino la concorrenza.

Un professionista che non si distingue in azienda perché non dà il massimo, non potrà mai essere preso realmente in considerazione da un head hunter che, prima di proporre un nome a un’azienda cliente, farà tutte le ricerche del caso approfondendo di certo le vostre referenze e l’opinione che si ha di voi nell’azienda attuale.

LEGGI ANCHE: >>>> 

Se desideri dare una svolta alla tua carriera lavorativa oppure hai bisogno di una consulenza professionale scopri i servizi dedicati al tuo profilo LinkedIn – Career Coaching JobStep

Valutazione Gratuita

Richiedi una valutazione del tuo CV e Profilo LinkedIn

Invia adesso il tuo Curriculum Vitae scrivendo a [email protected] oppure prenota una call preliminare, saremo lieti di offrirti un primo feedback gratuito.